Sussidi vincolati a progetti 2021-2024

Conformemente all’articolo 59 LPSU, la Confederazione può erogare sussidi vincolati a progetti per finanziare compiti importanti per la politica universitaria a livello nazionale. Tali compiti rientrano in progetti di cooperazione e innovazione (PCI).

Il Consiglio delle scuole universitarie ha approvato il 18 dicembre 2020 tredici progetti proposti da swissuniversities per il periodo 2021–2024.

No.TitoloLeading HouseImporto
P-1 Programmi di dottorato Uni Friborgo
Uni Basilea
swissuniversities
20 mio CHF
P-3 Progetto di cooperazione: riforma degli studi, Facoltà Vetsuisse Uni Zurigo
Uni Berna
0.69 mio CHF
P-4 Swiss Learning Health System (SLHS) Uni Lucerna 4.8 mio CHF
P-5 Open Science – FAIR Services for Swiss Universities swissuniversities

11.8 Mio CHF

(CHF 32,48 mio. in riserva per la decisione 2021; totale CHF 44,28 mio.)

P-6 SUDAC – swissuniversities development and cooperation network SUPSI
swissuniversities
2 mio CHF
P-7 Pari opportunità e sviluppo delle scuole universitarie HfH
swissuniversities
5 mio CHF
P-8 Rafforzamento delle competenze digitali nell’insegnamento ZHAW
swissuniversities
20 mio CHF
P-9 Sviluppo delle didattiche disciplinari FHNW
swissuniversities
5 mio CHF
P-10 Continuazione ed espansione della rete nazionale per la promozione della formazione degli studi MINT e la formazione continua degli insegnanti nel settore MINT FHNW 4 mio CHF
P-11 Programmi pilota per il consolidamento del doppio profilo di competenza delle giovani leve SUP e ASP HES-SO
swissuniversities
10 mio CHF
P-12 Centro Svizzero Islam e Società Uni Friborgo 2 mio CHF
P-13 AGE-INT - L'invecchiamento nella società: rete nazionale d'innovazione OST 3.34 mio CHF
P-15 Sviluppo sostenibile nelle scuole universitarie svizzere – progetti di studenti (U Change) SCNAT
ETHZ
2.5 mio CHF

Accreditamento

Consiglio svizzero di accreditamento

Il Consiglio svizzero di accreditamento (CSA) è l’organo comune della Confederazione e dei Cantoni per la garanzia della qualità e l’accreditamento nel settore universitario. Il CSA decide in merito agli accreditamenti secondo la LPSU. È composto da 15–20 membri indipendenti, che rappresentano in particolare le scuole universitarie, il mondo del lavoro, gli studenti, il corpo intermedio e il corpo insegnante. Almeno cinque membri devono svolgere le proprie attività principalmente all’estero. Nel CSA devono essere adeguatamente rappresentati i settori dell’insegnamento e della ricerca delle scuole universitarie e vi deve essere una ripartizione equilibrata tra i due sessi. Il CSA non è vincolato ad alcuna direttiva.

Agenzia svizzera di accreditamento

L’Agenzia svizzera di accreditamento e garanzia della qualità (AAQ) conduce le procedure di accreditamento e fornisce supporto amministrativo al Consiglio svizzero di accreditamento (CSA). L’AAQ, ente giuridicamente non autonomo, è subordinata al CSA, il quale ne elegge il direttore e ne approva la pianificazione finanziaria e strategica.

Sussidi vincolati a progetti 2013-2016

Nel 2012 la Conferenza universitaria svizzera (CUS), all’epoca responsabile della messa a concorso e dell’assegnazione dei progetti, aveva definito i programmi CUS e i programmi di cooperazione e innovazione basandosi sui risultati della valutazione ex ante e rispettando le raccomandazioni della Conferenza dei rettori delle università svizzere (CRUS).

Grazie ai sussidi vincolati a progetti previsti dalla legge sull’aiuto alle università (LAU) la Confederazione ha sostenuto progetti di cooperazione e innovazione di importanza nazionale finalizzati a sostenere l’insegnamento e la ricerca nell’ambito di temi specifici.
Nella misura del possibile si sono associati ai progetti anche le scuole universitarie professionali e il settore dei PF, a condizione che potessero contribuire con fondi propri.